ARTE QUARTIERI

Squad Rebel, la rivoluzione dei colori che cambia look ai quartieri

Squadrebel

Ribellarsi è un verbo che ci suona come inattuale, si usa quasi sempre per descrivere un fenomeno o un evento del passato. Non è comune, infatti, trovarlo tra le parole chiave che descrivono la vita presente delle città o delle realtà extraurbane. Quando si innesca, però, un processo di cambiamento che dona ai luoghi un nuovo volto, e ai suoi abitanti un altro stato d’animo, si è davanti a un riconoscibile atto rivoluzionario. Qualcosa di simile è avvenuto a Lamezia quattro anni fa, grazie alla determinazione dei giovani della Squad Rebel. Un gruppo di ragazzi e ragazze di età differenti che avevano in comune l’amore verso il proprio circondario e il desiderio di volerlo migliorare.

Squad Rebel - Ragazzi Rebel

Street art sui muri e pollice verde nei cortili: Squad Rebel

È dalle cose semplici che ha cominciato Squad Rebel, movimento nato nel 2014 nel quartiere Razionale.
Pomeriggio dopo pomeriggio passato insieme negli spazi del rione, “i ribelli” si sono convinti di dover fare una scelta. L’unica possibile: cambiare le cose. L’idea è partita da Antonio Saladino che ha fondato la Squad Rebel, e ancora oggi ne guida l’azione collettiva. Antonio e i suoi compagni, “senza chiedere il permesso”, come amano dire loro stessi, si sono armati di pennelli, badile e immaginazione e si sono messi al lavoro!
“Il muro, si sa, attira la scrittura”, affermava il semiologo francese Roland Barthes. E i muri del Razionale hanno cominciato a parlare… a raccontare. Il risultato è quello di aver costruito un’estetica del tutto nuova per Lamezia, che dalla superficie delle cose ha portato il cambiamento nell’identità stessa del posto.

Squad Rebel - Squadrebel

Il quartiere Razionale

Il Razionale è un rione noto in città per la sua posizione centrale, certo, ma soprattutto per lo stato di abbandono che lo ha contraddistinto negli anni. Testate online e carta stampata hanno denunciato più di una volta le condizioni precarie delle palazzine. Di queste molte sono case popolari. Crepe nei muri, intonaci danneggiati e lo stato di decadenza in generale era quello che colpiva lo sguardo di chi passava di là. Con la “riqualificazione ribelle” il grigio dell’incuria ha lasciato spazio alle vernici colorate, ai murali e al verde delle piante. Cortili e spiazzi hanno avuto la loro dose di natura con piantine e fiori multicolor. Il grigio che predominava tra gli edifici, non era solo un colore per la Squad Rebel, ma rappresentava il disagio sociale e i bisogni inappagati delle persone e delle famiglie che abitavano quel posto. Con un’operazione culturale spontanea, fatta di arte e natura, è stata restituita la bellezza e la dignità all’intero quartiere.

Squad Rebel - Squadrebel

Fumetto 2.0 tratto da una storia vera

Da poco la storia dei “Rebel” è stata pubblicata come graphic novel. Un racconto arguto, simpatico, e allo stesso tempo pedagogico, che illustra la storia di questo cambiamento attraverso le vicende vissute dai protagonisti.
La presentazione del fumetto è avvenuta durante il Lamezia Comics, il festival per eccellenza per gli amatori della nona arte. A colpire non è solo come tutto sia cominciato, ma come questa esperienza si sia replicata. Squad Rebel, infatti, ha poi deciso di rendere “più green” anche altri posti a Lamezia: campi da calcetto, i dehors dei locali, parchi-gioco ed altro ancora.
Ad oggi sono tanti i progetti realizzati, quelli ancora in pieno svolgimento e altri già in cantiere per il prossimo futuro.
Tutti finora sono stati autofinanziati con opere di crowfunding e col supporto di sponsor. È importante sottolineare, infatti, che molte sono state le associazioni e i privati, proprietari di locali o esercizi commerciali, che hanno dato spazio a Squad Rebel.

Squad Rebel - Fumetto Rebel

Un’esperienza, così dura da portare avanti ma così naturale e “salubre” negli intenti, che insegna alla cittadinanza come la cura dei luoghi in cui si vive generi bellezza universale. Una bellezza che non è fine a se stessa, ma salvaguardia del bene comune. Platone riconduceva il buono al bello affermando il legame forte che c’è tra etica ed estetica. Perciò praticando la bellezza si genera il bene: ed è questo l’insegnamento che ci lascia anche Squad Rebel con la sua proposta urbana di rinascita culturale.

Anna Colistra

Autore: Anna Colistra

La curiosità che mi spinge a scrivere è la stessa che mi ha portato a laurearmi in filosofia. Mi piace raccontare con le parole, ma anche con le immagini e con la danza. Nell’abbraccio del tango ho trovato un’altra forma di espressione che mi apppassiona, dove dimora la parte più libera di me stessa. Giornalista pubblicista e girovaga impenitente: macchina fotografica e taccuino (resto legata a carta e penna!) sono i miei compagni di viaggio.

Squad Rebel, la rivoluzione dei colori che cambia look ai quartieri ultima modifica: 2018-09-28T07:56:38+02:00 da Anna Colistra

Commenti

To Top