itLameziaTerme

ASSOCIAZIONI COSA FACCIAMO CULTURA MEMORIA

Biblioteca Covid in tutti gli ospedali d’Italia: si parte dalla Calabria

Biblioteca Covid

L’Associazione Valentia propone un nuovo progetto nazionale: una biblioteca Covid in tanti ospedali d’Italia a partire dal nosocomio di Vibo Valentia. Il sodalizio, in collaborazione con Libritalia, inizia col donare libri per i reparti Covid di Vibo Valentia, creando una biblioteca nell’ospedale Jazzolino.

Biblioteca Covid

L’Associazione Valentia è una nota realtà associativa con numerose sedi a livello nazionale. Organizza diverse attività culturali e sociali. Per queste feste, in collaborazione con la casa editrice Libritalia, dona dei libri a tutti i reparti coinvolti nell’emergenza Covid dell’ospedale di Vibo Valentia. Lo scopo è appunto la creazione di una biblioteca. Questo è un gesto importante, in tempi così duri.

Prima Foto Biblioteca Covid
Alcuni componenti della segreteria nazionale dell’Associazione Valentia, con Enrico Buonanno di Libritalia e il dott. Michelangelo Miceli, direttore dell’Ospedale di Vibo Valentia.

Il presidente nazionale dell’associazione Anthony Lo Bianco, commenta: “Auspico possa essere un invito per tutti a reinterpretare il periodo delle feste natalizie per donare. A marzo abbiamo sostenuto il nostro nosocomio, attraverso donazioni per fronteggiare l’emergenza. Da lì abbiamo cominciato a scrivere un libro, con lo scopo di poter raccogliere i fondi per creare su scala nazionale delle foreste del ricordo, per chi oggi non c’è più. Attraverso questi racconti ci siamo resi conto di quanto siano dure le notti e i giorni in ospedale”.

Il direttore dell’ospedale di Vibo Valentia accoglie la proposta

Il dottor Miceli, direttore dell’ospedale, ha subito accolto la proposta. Queste le sue dichiarazioni: “Questo è solo un modo per stare vicino ai malati. E spero che tutti noi in questi giorni riflettiamo su un modo per trasformare questa nostra esigenza di dare e avere in un qualcosa che somigli di più all’eccezionalità a cui tutti siamo stati chiamati quest’anno”. I libri sono stati donati dalla casa editrice Valentia Edizioni e Libritalia.

Seconda Foto Biblioteca Covid
Alcuni componenti della segreteria nazionale dell’Associazione Valentia e i sanitari del reparto Covid

Quest’ultima, con circa vent’anni di pubblicazioni, è molto nota su scala nazionale, un’eccellenza della nostra terra, che ad oggi la porta ad essere una delle realtà più grosse del Meridione. Il titolare Enrico Buonanno afferma: “Non potevamo non aderire a tale iniziativa, così ricca di speranza e fiducia. E’ un regalo che commuove perché è cibo per la mente. I libri e la cultura uniscono. Il pensiero è una grande forza che ci aiuterà a superare questo momento difficile.

La biblioteca Covid: un progetto su scala nazionale

La segreteria nazionale dell’Associazione Valentia commenta così: “Grazie ai libri di vario genere, adatti a tutte le età, organizzeremo una piccola biblioteca nel reparto Covid. Un’iniziativa lodevole non solo per i pazienti, ma anche per gli operatori sanitari che passano qui tanto tempo. Potranno prendere un libro, anche solo sfogliarlo, distrarsi per qualche minuto e avere uno spunto di riflessione.”

laboratorio di editoria - Libri accatastati

L’Associazione Valentia spera che lanciando il progetto “Una biblioteca Covid negli ospedali” tante case editrici si uniranno a loro in questo messaggio di speranza. Un messaggio che parte dalla nostra terra e spera di estendersi in tutta Italia. In un momento così difficile, un buon libro può essere in grado di portare distrazione. Ma non solo, anche conforto, calore, speranza e riflessione. Un buon libro può dare coraggio per affrontare soprattutto la solitudine che vivono, purtroppo, i pazienti Covid.

Biblioteca Covid in tutti gli ospedali d’Italia: si parte dalla Calabria ultima modifica: 2021-01-04T07:53:23+01:00 da Giulia Pizzonia

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x