I LAMETINI RACCONTANO LAMEZIA TERME

itLameziaTerme

CONSIGLI UTILI COSA FACCIAMO

Il pesce che mangia la plastica sul lungomare di Lamezia

Pesce Plastica Inaugurazione

E se un pesce mangiasse la plastica contribuendo a tutelare l’ambiente? L’idea è tutt’altro che strampalata. Anzi, possiamo dire che già da qualche giorno è una realtà concreta. Chiaramente il pesce in questione è del tutto inanimato. Si tratta di un’istallazione metallica a forma di pesce, per l’appunto.

Pesce Mangiaplastica
Il pesce mangiaplastica installato sul lungomare lametino

La struttura è stata posta sul lungomare di Lamezia Terme. L’obiettivo è quello di far confluire al suo interno tutti i rifiuti in plastica e alluminio che altrimenti andrebbero a inficiare l’equilibrio ambientale dell’area marina.

I promotori del pesce che mangia i rifiuti

Il pesce che mangia i rifiuti è un’idea promossa e poi realizzata dalla comunità Masci Lamezia Terme 2 “Don Pasquale Luzzo”. Il gruppo scout ha ottenuto la collaborazione dell’amministrazione comunale guidata da Paolo Mascaro, sostenuto dagli assessori e dai componenti della giunta comunale.

Pesce Plastica Struttura
Gli scout del Masci e gli amministratori comunali scoprono l’installazione posta sulla spiaggia

Gli scout promotori hanno tenuto a ringraziare i componenti del governo comunale. Inoltre, come ha spiegato anche la Magister della comunità Masci, Anna Maione, il pesce mangia rifiuti non sarebbe esistito senza il sostegno della Audi Zentrum di Lamezia Terme. La concessionaria ha fatto da sponsor, assicurando un supporto prezioso per la realizzazione dell’iniziativa.

A cosa serve il pesce che “si nutre” di plastica?

La struttura metallica si inserisce in un percorso di prevenzione e salvaguardia dell’ambiente portato avanti da tempo dai promotori dell’iniziativa. Il pesce che “si nutre” di plastica e di alluminio è un tassello di un mosaico più generale basato sul tema della tutela del territorio. La comunità Masci, infatti, ha già messo in cantiere e realizzato molte attività volte a sensibilizzare i cittadini al rispetto della natura. Questa installazione prevede quindi la possibilità di far confluire al suo interno tutti quei rifiuti in plastica e in alluminio che altrimenti rischierebbero di rimanere sulla spiaggia. La Magister Maione ha infatti spiegato che il fine del ‘pesce mangia spazzatura’ è, in primis, quello di consentire il mantenimento della pulizia nei dintorni del lungomare. Allo stesso tempo, da questa funzione di carattere immediato dipende anche quella secondaria riconducibile alla sensibilizzazione dei cittadini. I frequentatori della spiaggia lametina potranno acquisire una maggiore consapevolezza in merito alla gestione dei propri rifiuti.

Pesce Spazzatura

Usando il pesce come raccoglitore della spazzatura plastica e in alluminio, si inciderebbe in maniera profonda sulle cattive abitudini ampiamente diffuse. Di parere concorde è il comagister, Aldo Stella, che ha sottolineato il parallelismo tra l’iniziativa e i principi fondamentali dello scoutismo.

Scoutismo, ambiente e condivisione d’intenti

Il pesce mangia plastica ha un’ulteriore valenza simbolica. La struttura infatti testimonia come il lavoro di collaborazione e condivisione, proprio dello scoutismo, conduca a dei risultati utili per tutta la comunità. Il progetto ha infatti coinvolto non solo il gruppo scout, ma anche la già citata amministrazione comunale e diversi imprenditori del territorio, come la famiglia Ionà dell’Audi Zentrum e l’impresa Statti che ha messo a disposizione le proprie officine per la costruzione del pesce. Ancora una volta è emerso che la solidarietà e il bene comune se sono intenti condivisi consentono una crescita sociale e culturale a beneficio di tutti.

(Si ringrazia la comunità Masci Lamezia Terme 2 “Don Pasquale Luzzo” per la concessione delle immagini sul pesce mangiaplastica)

Il pesce che mangia la plastica sul lungomare di Lamezia ultima modifica: 2020-08-04T08:33:23+02:00 da Daniela Lucia
To Top