I LAMETINI RACCONTANO LAMEZIA TERME

itLameziaTerme

COSA FACCIAMO VALORI

Prima gli ultimi, il Coronavirus non ferma la Caritas

Caritas Striscione

Prima gli ultimi! Anche e soprattutto in questo tempo di pandemia globale, la Caritas diocesana di Lamezia Terme non dimentica chi vive nel disagio materiale e spirituale.

Attivi tutti i servizi della Caritas diocesana

L’emergenza sanitaria causata dal Coronavirus acuisce notevolmente le difficoltà dei soggetti svantaggiati. Tuttavia la Caritas lametina, guidata da don Francesco De Cicco, non si ferma neanche col contagio e garantisce a tutti i soggetti deboli la continuità di tutti i servizi già esistenti su tutto il territorio diocesano.

Caritas Volontari

Il direttore don Francesco De Cicco è affiancato dal vice don Giuseppe D’Apa e da un gruppo di volontari, tutti professionisti altamente qualificati. Una squadra ben collaudata che porta avanti con determinazione tutte le attività messe in campo già da tempo: dal servizio mensa al centro ascolto, all’accoglienza per i senza-tetto. Senza dimenticare l’emporio solidale per le famiglie meno abbienti.

Caritas, la mensa continua a distribuire i pasti a centinaia di persone

Il servizio mensa, ubicato nei locali attigui alla parrocchia della Pietà, continua ad essere attivo anche se con qualche variante. Per le note misure restrittive imposte dal governo nazionale i pasti non vengono consumati nei locali adibiti a sala da pranzo. Tuttavia i commensali, ospiti quotidiani della mensa, possono passare ugualmente a ritirare il loro cestino.

Caritas sala Mensa
La sala mensa della Caritas diocesana

I cuochi della Caritas fanno trovare loro tutto il necessario per l’alimentazione quotidiana. I volontari della mensa pensano a distribuire i cestini osservando le misure di sicurezza necessarie: facendo entrare gli ospiti uno alla volta e provvedendo a mantenere le distanze tra loro, così come prescrivono le disposizioni governative.

#iorestoinascolto: un altro importante servizio della Caritas

Nonostante le tante difficoltà oggettive di questo tempo, segnato dalla grande tribolazione, la Caritas lametina mantiene attivo anche il servizio del centro d’ascolto. Gli uffici rimangono chiusi ma è attivo un numero di telefono a cui rivolgersi per i bisogni urgenti.

Caritas Iorestoinascolto numeri utili

A rispondere alle istanze degli eventuali utenti, ci sono gli operatori Caritas che da anni sono i responsabili del centro d’ascolto. Si tratta di un team che è punto di riferimento per persone sole e disagiate e anche per tanti cittadini di etnia straniera.

I volontari Caritas si prendono cura dei senza-tetto

Per la Caritas diocesana non si ferma nemmeno l’accoglienza per i senza-tetto, a favore dei quali già da diversi anni è stato creato un centro a Sant’Eufemia. Prima che scoppiasse l’emergenza Covid-19, il dormitorio funzionava solo di notte.

Il dormitorio aperto h24

Da quando il pericolo contagio è diventato sempre più impellente e le autorità nazionali e locali hanno imposto misure drastiche in ogni ambito, gli homeless sono accolti al centro anche di giorno. Ciò in modo che nessuno stia per strada, in ottemperanza al Dpcm del governo Conte.

 Letti dormitorio

Gli ospiti sono presi in carico dai volontari che presidiano la struttura di accoglienza h24. A sostenere fattivamente il centro sono anche tante famiglie e la comunità parrocchiale di Sant’Eufemia guidata dai Padri Vincenziani.

La solidarietà concreta

Inoltre è stata intrapresa una collaborazione col vicino supermercato del quartiere che ha esposto un cesto dove ognuno può lasciare qualcosa. Alimenti e prodotti vari che sono destinati sempre agli ospiti del dormitorio.

L’emporio solidale

Rimane a disposizione degli utenti anche l’emporio solidale gestito dal Masci. Sempre in ossequio alle disposizioni governative i locali rimangono chiusi ma, chi ha bisogno di rifornirsi di generi di prima necessità, può contattare i volontari che gestiscono l’emporio.

emporio solidale
La sede dell’emporio solidale di Lamezia

Saranno gli stessi operatori della struttura a recapitare la spesa a domicilio ai possessori dell’apposita tessera rilasciata solo agli utenti dell’emporio.

Il Centro Interculturale Insieme per gli stranieri

La Caritas continua a garantire ascolto e sostegno agli stranieri attraverso il Centro Interculturale Insieme. Si tratta di un altro importante servizio che si occupa di disbrigo documenti e accompagnamenti socio-legali e sanitari. In questo particolare periodo, gli operatori del Centro cercheranno di ascoltare le persone che spesso non hanno legami con le parrocchie e magari non sono sufficientemente informati. Soprattutto sulla normativa riguardante la gestione dell’emergenza pandemia. Il numero a cui rivolgersi, in questo caso, è il 3773895768. Dunque possiamo ben dire che il momento storico che stiamo vivendo è a dir poco drammatico. Nonostante ciò, la Caritas lametina prosegue il suo cammino a favore degli ultimi che, in questo tempo di dura prova, diventano i primi!

Prima gli ultimi, il Coronavirus non ferma la Caritas ultima modifica: 2020-03-20T09:26:56+01:00 da Maria Scaramuzzino

Commenti

To Top