I LAMETINI RACCONTANO LAMEZIA TERME

itLameziaTerme

COSA VEDERE EVENTI

L’Amerigo Vespucci dalla Costa degli dei alla Riviera dei tramonti

Amerigo Vespucci In Mare

Passa l’Amerigo Vespucci ed è subito festa. La famosa nave scuola della Marina militare italiana ha solcato le acque del mare calabrese incantando tutti. Da Tropea, nel vibonese, fino a San Lucido sul Tirreno cosentino, in migliaia hanno atteso il passaggio dell’antico veliero sia in mare che lungo la spiaggia.

Amerigo Vespucci Davanti Alla Costa
L’Amerigo Vespucci solca le acque del Tirreno calabrese

L’Amerigo Vespucci a San Lucido per ricordare un marinaio morto di Covid

L’unità navale più anziana della Marina militare italiana ha fatto tappa a San Lucido (Cosenza) per rendere omaggio all’ex marinaio Giuseppe Carbonelli, scomparso nel marzo scorso a causa del Coronavirus. Originario proprio di San Lucido, Carbonelli era entrato in servizio partecipando alla campagna di addestramento della nave scuola, oltre 40 anni fa.

Amerigo Vespucci Tramonto
Una suggestiva immagine della nave al tramonto lungo la costa calabra

Nel 1976, a bordo della Vespucci partecipò al viaggio che l’unità navale fece in Nord America in occasione del bicentenario degli Stati Uniti. I familiari di Giuseppe Carbonelli hanno ringraziato la Marina militare italiana e il comandante e capitano di vascello Gianfranco Bacchi per aver voluto ricordare il loro caro congiunto. 

Il passaggio lungo la Costa degli dei

La nave scuola della Marina Militare, nella sua traversata calabrese ha anche solcato le acque della famosa Costa degli dei passando per Briatico, Vibo Valentia e Tropea. Il passaggio del veliero ha attirato l’attenzione di tantissimi villeggianti e turisti che si sono assiepati lungo il litorale per ammirare la splendida nave. In tantissimi hanno accompagnato il percorso dell’Amerigo Vespucci anche con barche e motoscafi facendo quasi da scorta a quella che è considerata la più bella nave del mondo.

Nave A Tropea
La nave scuola saluta Tropea, la perla del Tirreno

L’Amerigo Vespucci ha salutato la Riviera dei tramonti

L’ultima tappa calabrese della nave scuola è stata la Riviera dei tramonti, da Gizzeria a Falerna, lungo il litorale lametino. Anche in questo caso sono stati in migliaia a voler assistere al passaggio della famosa nave. Sia sulla spiaggia che in mare l’Amerigo Vespucci è stata salutata davvero con tanta esultanza. Emozione e anche un po’ di commozione ha suscitato la cerimonia dell’ammaina bandiera con l’accensione delle luci tricolori che hanno illuminato il veliero al calar del sole.

Amerigo Vespucci Tricolore
Al calar del sole sul veliero si accendono le luci del Tricolore italiano

Per i cittadini di Falerna il passaggio della nave è stato ancora più sentito in quanto il sacerdote che viaggia a bordo della nave scuola è don Pietro Folino Gallo, nativo proprio della cittadina tirrenica. Don Pietro, cappellano militare degli allievi dell’Accademia navale di Livorno, ha iniziato la sua esperienza sull’Amerigo Vespucci nel 2017 con la campagna d’istruzione in Canada e Nord America.

La nave scuola Amerigo Vespucci, orgoglio italiano

L’Amerigo Vespucci, varata il 22 febbraio 1931, entra in servizio nel luglio dello stesso anno. Infatti, il 4 luglio 1931 parte per la sua prima campagna d’istruzione in Nord Europa. Al suo rientro a Genova, il 15 ottobre, riceve dal gruppo locale Unuci (Unione nazionale ufficiali in congedo d’Italia) la Bandiera di Combattimento. Tutte le navi militari hanno un motto. L’Amerigo Vespucci finora ne ha avuti ben tre: “Per la Patria e per il Re” (1931-1946), “Saldi nella furia dei venti e degli eventi” (1946-1978).

Amerigo Vespucci Prua
Il veliero è l’unità navale più anziana d’Italia

E l’ultimo che recita così: “Non chi comincia ma quel che persevera”. La nave scuola svolge ogni anno attività addestrativa a favore degli allievi dell’Accademia navale e del Collegio navale, ora Scuola navale militare “Francesco Morosini”. Le campagne d’istruzione sono destinate anche agli allievi nocchieri, nonché ai giovani facenti parte di associazioni veliche. Tra cui la Lega navale italiana, la Sail training association – Italia ed anche l’Anmi (Associazione marinai d’Italia).

(Si ringraziano i Signori Marco Barletta e Gianni Dattilo per la gentile concessione delle immagini)

L’Amerigo Vespucci dalla Costa degli dei alla Riviera dei tramonti ultima modifica: 2020-08-13T07:36:18+02:00 da Maria Scaramuzzino
To Top