I Liticanti tornano in scena con la commedia "Chi ricchizza a vucca" - itLameziaTerme

itLameziaTerme

ARTE COSA FACCIAMO

I Liticanti tornano in scena con la commedia “Chi ricchizza a vucca”

Compagnia Liticanti

Con la commedia “Chi ricchizza a vucca” è tornata in scena la compagnia teatrale de I Liticanti”nella piazza di San Gennaro a Martirano, centro dell’hinterland lametino. Decisamente un atteso ritorno dopo circa due anni di forzata lontananza dal palco che ha acceso la magia dell’arte scenica nel cuore del suggestivo borgo calabrese.

Liticanti Locandina

I liticanti

Il gruppo di San Mazzeo, nel pieno rispetto delle norme anti-Covid, ha rappresentato la commedia in tre atti, “Chi ricchizza a vucca”. Un lavoro teatrale liberamente tratta da un testo di Nino Gemelli e con la regia di Raffaele Paonessa. La storia al limite tra realtà e finzione scenica, è intervallata da momenti di riflessione e comicità. Ed è resa ancora più incisiva dalla caratterizzazione linguistica e scenica del vernacolo. Espressioni del passato e colori dell’oggi, sono coesistiti in un perfetto equilibrio pittorico.

Chi ricchizza a vucca

Chi ricchizza A vucca è la storia di Anna, una ragazza di quasi 16 anni che aspetta un bambino. Gravidanza di cui non vuole svelare la paternità. Si accende così, una storia di pettegolezzi e perbenismo, e lo scandalo cammina a grande velocità. Nella Calabria di un tempo così come in quella di oggi, sono tutti preoccupati a cercare il padre ma nessuno si chiede realmente, come stia la futura giovane mamma. Il fardello più grande ricade sulle spalle del futuro nonno, solo di nome Fortunato, che dovrà lottare contro il pregiudizio e contro anche sé stesso, comprendendo con amarezza alla fine della vicenda, che in fondo, a vucca è ‘na ricchizza.

Scena Liticanti

Gli amici Liticanti hanno così intrattenuto il pubblico, con circa due ore di spettacolo, con un perfetto intercalare di serietà ed umorismo. A seguire la regia Raffaele Paonessa, un nome volto del teatro lametino che ha portato i saluti della Fita (Federazione Italiana Teatro Amatori) per la quale riveste un ruolo a livello regionale. Paonessa ha sottolineato come il teatro amatoriale calabrese stia vivendo una grande fioritura, riuscendo ad essere professionalmente impegnato in termini di passione e sacrifici.

Liticanti e compagnia Vercillo, gruppi teatrali in sinergia

“Sono molto soddisfatto – ha dichiarato a fine serata il regista – perché se pur questa pandemia ci abbia bloccato nelle nostre case, non è riuscita a spegnere il desiderio di stare insieme. L’emergenza sanitaria non ha scalfito la passione per il teatro che acquista così una valenza terapeutica e di promozione delle bellezze naturali del nostro territorio”.

Liticanti

Presenti fra il pubblico anche molti degli attori della compagnia Giovanni Vercillo che hanno suggellato il gemellaggio artistico ed umano tra i due gruppi teatrali. Paonessa ha ringraziato Giuseppe Persico per le scenografie e tutti gli amici Liticanti che se pur diversi per età e interessi, sono accomunati dal medesimo sentimento di amicizia. Sentimento che, sul palco, è stato protagonista indiscusso”. La consegna simbolica delle chiavi di San Mazzeo al regista, investendolo quale amico onorario, ha concluso la serata.

(Foto compagnia teatrale i Liticanti)

I Liticanti tornano in scena con la commedia “Chi ricchizza a vucca” ultima modifica: 2021-08-16T09:58:26+02:00 da Redazione

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Katia Stranges

Complimenti a tutti 🙂

Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x