CULTURA EVENTI

Tutti i colori del mondo per il Carnevale multietnico di Lamezia

Carnevale Lamezia Immagine Copertina

Tutti i colori del mondo. Questo il tema conduttore del Carnevale di Lamezia dove i bambini dell’istituto comprensivo Manzoni-Augruso hanno dato vita ad un’iniziativa improntata non solo sulla festa ma anche sull’integrazione socio-culturale. Nel quartiere di Bella, uno dei più antichi della città, hanno sfilato centinaia di bambini con dei costumi decisamente originali. Le maschere carnascialesche sono state realizzate con delle povere e umili scatole che, dopo una paziente e attenta lavorazione, sono diventate coloratissimi costumi per la festa più allegra dell’anno.

Carnevale Lamezia - sfilata dei bambini

La sfilata

Su ogni scatola i colori e i volti dei bambini del mondo. Quello lametino è stato un Carnevale multietnico e multirazziale che ha messo insieme le tante anime del quartiere dove vivono immigrati di diverse nazionalità. Centinaia di bambini con i loro costumi a forma di scatola hanno attraversato il quartiere per poi fermarsi a piazza Roma, sul sagrato della parrocchia. Nel cuore del rione ha avuto inizio la grande festa tra balli, musica e fiumi di coriandoli. Un’esplosione di vita che ha lanciato un messaggio chiaro: Lamezia, città inclusiva, che grazie ai bambini dimostra di voler accogliere e integrare il cittadino straniero.

Carnevale Lamezia - Laboratori Creativi

I laboratori creativi

La sfilata del Carnevale con i colori del mondo è stata la felice conclusione dei laboratori creativi realizzati nell’ambito del progetto Ambi (Accoglienza mamme e bambini immigrati) che la scuola lametina sta portando avanti insieme ad un gruppo di qualificati partner. Il percorso progettuale, promosso dalla Comunità Progetto Sud, ha la finalità di integrare e coinvolgere i tanti residenti stranieri nel vecchio rione cittadino, appartenenti a diverse etnie. Ai laboratori creativi hanno partecipato i bambini e anche gli adulti. Gli operatori sociali coinvolti parlano di ‘importante occasione di scambio culturale e sociale’. Il progetto, iniziato un paio di anni fa, continua dunque il suo proficuo percorso allargando anche le collaborazioni, Nel caso specifico l’attività progettuale promossa dalla Progetto Sud ha coinvolto l’istituto Manzoni – Augruso, il Gruppo Scout 6 della Parrocchia Natività Beata Vergine Maria oltre ad un bel numero di volontari ed operatori sociali.

Carnevale Lamezia Piazza Roma

Piazza Roma, ombelico del mondo

Alla festa di Carnevale di piazza  Roma ha partecipato anche il sindaco di Lamezia Paolo Mascaro affiancato dall’assessore alla Cultura Simone Cicco. A ‘fare gli onori di casa’ don Giacomo Panizza fondatore e presidente della Comunità Progetto Sud e la dirigente dell’istituto Manzoni – Augruso, Anna Primavera. “Il Carnevale dai tanti colori ha fatto incontrare tante storie provenienti da molti Paesi stranieri – hanno commentato Panizza e Primavera – L’organizzazione di questa manifestazione, come tutto il progetto Ambi, hanno la finalità di costruire solidarietà nel quotidiano per una società migliore”. Soddisfatti gli amministratori cittadini che hanno dichiarato: “L’allegria, la felicità, i sorrisi di tutti questi bambini e dei loro genitori fanno capire chiaramente che il lavoro di integrazione svolto ha dato buoni frutti. La riuscita di questa manifestazione – hanno sottolineato il sindaco e l’assessore – è un passo in avanti per la crescita sociale e culturale della città”.

Carnevale Lamezia -Festa finale del carnevale

Il progetto Ambi

Ambi (Accoglienza mamme e bambini immigrati) è un progetto di innovazione sociale della Comunità Progetto Sud finanziato dalla Compagnia di San Paolo, nell’ambito Infanzia Prima. L’attività progettuale è realizzata in collaborazione con l’istituto comprensivo Manzoni Augruso e l’associazione Mago Merlino. Il percorso formativo ha avviato un processo di welfare generativo, operando con le famiglie straniere residenti sul territorio lametino. Ambi ha creato un ‘ponte ideale’ tra scuola, comunità lametina e cittadini immigrati “perché l’integrazione è possibile e perché chi arriva da un altro Paese non deve sentirsi straniero nella terra che ha scelto come sua nuova patria”.

Tutti i colori del mondo per il Carnevale multietnico di Lamezia ultima modifica: 2019-03-05T11:51:41+02:00 da Maria Scaramuzzino

Commenti

To Top