TRADIZIONI USI E COSTUMI

Serrastretta nel tempo: il passato rivive nel presente

una figurante Ricamatrice

E se per un paio di sere si potesse fare un salto nel passato? Cosa scopriremmo della nostra storia? La Pro loco di Serrastretta, borgo montano a pochi chilometri da Lamezia Terme, già da diversi anni prova a dare delle risposte a queste domande attraverso la manifestazione “Serrastretta nel tempo”.

locandina di serrastretta nel tempo

Quest’anno l’appuntamento è per sabato 10 e domenica 11 agosto dalle ore 18.30 per il percorso guidato nel centro storico, poi alle 20 si svolgerà la sagra dei sapori e alle 21.30 il corteo nuziale attraverserà corso Garibaldi. La serata di sabato si concluderà con la performance della band Jericho, mentre domenica sera si esibirà il duo di chitarre Evolver.

 Filatrici della ginestra

Serrastretta, usi e costumi mai dimenticati

Per due giorni il paese del Reventino s’immerge nella propria storia, sfogliando a ritroso i calendari fino agli ultimi anni dell’Ottocento. I vicoli, i vecchi palazzi e le antiche botteghe riprendono vita animandosi di storie tramandate per decenni, di tradizioni e di saperi ormai in disuso ma di certo non fagocitati dall’oblìo.

Festa in una vecchia casa di serrastretta

I figuranti coinvolti in questa manifestazione sono più di un centinaio, ma in realtà è l’intero paese ad essere travolto dall’onda dei ricordi. Sono racconti di famiglia, aneddoti che per più di un secolo sono stati raccontati in piazza. Ogni portone si tinge di storia e ogni anfratto sprigiona una leggenda, con i suoi personaggi immortali e i suoi insegnamenti mai fuori moda.

Serrastretta, le sue antiche botteghe e gli ambienti quotidiani

Oltre ai costumi, il lavoro di ricostruzione della Serrastretta di fine Ottocento riguarda anche gli ambienti domestici e artigiani. Soprattutto su questi ultimi si focalizza l’attenzione in quanto rappresentano il cuore pulsante della vita sociale ed economica dell’epoca.

un figurante della manifestazione

Tra le principali ricostruzioni troviamo la bottega du seggiaru con annessa a ‘mbudatura. Insieme alla raccolta delle castagne, infatti, la realizzazione delle sedie è stata fondamentale per l’economia del borgo montano che ancora oggi è conosciuto come il “paese della sedia”.

figuranti che fanno i fabbri a serrastretta nel tempo

Nella bottega appositamente allestita sarà possibile seguire tutto l’antico processo produttivo della sedia, dalla lavorazione del legno alla realizzazione della seduta in paglia, definita appunto ‘mbudatura. Altro elemento chiave dell’artigianato serrastrettese è la falegnameria, per la quale sarà ricostruita l’apposita bottega. A seguire ci sarà modo di far visita alla fhorgia e alla putiga du vinu.

Il Museo della civiltà contadina

Gli ambienti familiari invece sono allestiti in maniera permanente al Museo della civiltà contadina e artigiana ospitato nello storico Palazzo Pingitore. Nei locali dell’edificio posto nel cuore di Serrastretta i visitatori potranno

una stanza del museo della civiltà contadina

entrare a diretto contatto con la vita quotidiana degli antichi serrastrettesi, ammirando la camera da letto e i vestiti tradizionali, la cucina e la stanza del telaio. Ciascun ambiente sarà animato da guide e personaggi che daranno vita alla storia della comunità.

Il corteo nuziale e il ritorno al presente

La storica rievocazione degli antichi usi e costumi di Serrastretta attraverso la ricostruzione di personaggi, mestieri e ambienti d’epoca si concluderà come di consueto con il corteo nuziale che attraverserà il caratteristico corso Garibaldi.

 Corteo Nuziale sul corso di serrastretta

La marcia riprenderà la tradizionale sfilata degli sposi seguiti da familiari e amici, dalla dote della sposa e dai musicanti che allietano l’unione. A conclusione del corteo, i visitatori potranno tornare al presente e concludere la serata con piatti tipici e buona musica.

Foto Facebook Serrastretta nel tempo

Daniela Lucia

Autore: Daniela Lucia

Mi considero una scrivana senza arte né parte. Sono vocata alla scrittura per indole naturale, bruciata dal sacro fuoco della lettura e attratta dalla storia quale grande biografia dell’umanità sempre in divenire. Laureata in filosofia e comunicazione all’Unical, dove ho completato gli studi con un master in editoria. Scrivo ovunque. Anche sui fazzolettini di carta. Amo il Natale.
Serrastretta nel tempo: il passato rivive nel presente ultima modifica: 2019-08-09T08:52:11+02:00 da Daniela Lucia

Commenti

To Top