Una serenata d'amore per la Madonna di Porto Salvo - itLameziaTerme

itLameziaTerme

CHIESE SITI RELIGIOSI VALORI ED EMOZIONI

Una serenata d’amore per la Madonna di Porto Salvo

La Statua Della Madonna Di Porto Salvo1

Una serenata d’amore musicale alla Vergine, e la solenne concelebrazione eucaristica, presieduta da Mons. Giuseppe Fiorini Morosini, ha concluso la festa dedicata alla Madonna di Porto Salvo, nel santuario di Sambiase a Lamezia Terme.

Festa della Madonna di Porto Salvo, tra fede e devozione

Durante La Concelebrazione Eucaristica
I fedeli presenti alla celebrazione in onore della Madonna di Porto Salvo

Numerosi sono stati i fedeli che come ogni anno, si sono ritrovati al santuario per rendere omaggio alla Vergine Maria. In un clima di silenzio, nella caratteristica ambientazione della campagna periferica lametina, padre Morosini ha meditato il messaggio evangelico. In una dimensione di trascendenza, il religioso ha sottolineato la necessita di guardare all’essenzialità della vita.

Omelia Mons. Morosini
Mons. Morosini presiede l’eucarestia

La fede che si deve legare indissolubilmente alle opere, senza però, proiettare il cristiano ad una dimensione miracolosa. “Credere è faticoso – ha sottolineato Morosini – e noi fedeli non possiamo cercare un Dio dei miracoli, ma quello speranza che dona sollievo al dolore dell’animo. La Vergine Maria ha sperimentato il dolore più grande, rimanendo immobile ed attonita di fronte la croce, compiendo l’ultimo attimo del suo affidarsi totalmente, senza domanda alcuna, alla volontà divina. Come Maria, con pazienza e fiducia, senza porsi domande, dobbiamo abbandonarci alla fede, la nostra consolazione più grande”.

L’omaggio musicale per Maria

Lomaggio Per Maria
Musica per Maria

La musica come forma intima di preghiera ed omaggio alla madre di tutte le madri. Il silenzio della meditazione, a fine serata, è stato sublimato dalla delicatezza della musica. Un omaggio sonoro offerto dall’associazione “Centro Studi Chitarristici “Liuto”. I due maestri, Luca Laganà e Paolo Isabella, sul sacrato della chiesetta, ai piedi della statua della Madonna, hanno intonato alcune melodie, strumento di comunicazione spirituale ed umana. I brani eseguiti hanno catturato l’attenzione dei presenti, in una dimensione sospesa tra sogno e realtà. Emozione pura quella dei virtuosismi musicali eseguiti con estrema umiltà e devozione, dai due rinomati maestri.

I Maestri Isabella E Lagana
Paolo Isabella e Luca Laganà insieme al sindaco Paolo Mascaro

Un momento importante, grazie al quale ognuno dei presenti ha abbandonato al potere della musica, le proprie ansie e speranze. Nella suggestività del luogo, grazie alla melodia dell’associazione Liuto, ogni fedele è diventato partecipe di un comune cammino di vita. La gratuità del gesto e l’intensità della musica, per indirizzarsi con umiltà, sulla strada di Maria. La gratuità del dono ha testimoniato una vitalità, quella dell’associazionismo lametino, che grazie a passione e professionalità, riesce sempre a creare importanti momenti di condivisione culturale. I due maestri, Luca e Paolo, hanno suonato attingendo da un repertorio vario. Tra i bani scelti vi sono stati Gabriel’s Oboe per l’omaggio al maestro Ennio Morricone e Yesterday dei Beatles.

I portantini: la bellezza e la gratuità del servizio

I Portantini Ed I Padri Minimi

Una festa, quella della Madonna di Porto Salvo, caratterizzata dalla semplicità dei gesti ma anche e soprattutto, dalla complessità dei sentimenti. Al centro vi è il valore di essere servi di Maria. Alla serenata d’amore hanno partecipato, con lo spirito di servizio che li contraddistingue, il gruppo dei portantini, che ha animato la serata insieme al gruppo giovanile della parrocchia di San Francesco da Paola. Il ruolo dei portantini si lega alla tradizione religiosa di Lamezia Terme ma in generale della Calabria. Queste figure, infatti, sono sempre presenti durante le processioni ed accompagnano le statue sacre. I portantini, vestiti con tuniche loro dedicate, svolgono un ruolo importante, non soltanto per il trasporto delle statue, pesanti e delicate, ma anche a livello organizzativo e di coordinamento delle funzioni.

Il Gruppo Dei Portantini
Gli statuari di Porto Salvo

Gli statuari come vengono anche chiamati, proteggono inoltre, la preziosità religiosa della statue, dalla, spesso troppo impulsiva, gestualità dei fedeli.

Portantini Madonna Porto Salvo

Per diventare portantino, sono necessarie la formazione e lo spirito di collaborazione. Anche per la festa della Madonna di Porto Salvo dunque, i portantini hanno testimoniato la loro devozione che si tramanda di generazione in generazione. Il buio della notte ha lasciato che a brillare fossero solo le 12 stelle di Maria.

Una serenata d’amore per la Madonna di Porto Salvo ultima modifica: 2021-09-15T07:31:11+02:00 da Luisa Vaccaro

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x