I LAMETINI RACCONTANO LAMEZIA TERME

itLameziaTerme

ARTE EDIFICI STORICI

Per l’Abbazia di Corazzo iniziano i lavori di restauro

Abbazia Di Corazzo La Chiesa

Presentato a Carlopoli il progetto di restauro conservativo dell’Abbazia di Corazzo. L’intervento sarà terminato entro il 2021.

Abbazia Di Corazzo Il Monastero

L’Abbazia di Corazzo dimora di Gioacchino da Fiore

Un luogo incantato Corazzo, situato nell’alta valle del Corace, a Carlopoli, al limite tra le province di Catanzaro e Cosenza, nel cuore della Calabria. Nello specifico, l’Abbazia è stata fondata dai monaci benedettini per poi, successivamente, passare ai cistercensi. Si tratta del primo monastero in cui ha dimorato Gioacchino da Fiore. Qui, il monaco calabrese citato anche da Dante nel XII canto del Paradiso come “di spirito profetico dotato”, visse tra il 1177 al 1187. Il periodo gioachimita è quello di maggior splendore del monastero e durerà fino alla prima metà del XIII secolo.

Vista Del Chiostro Dell'abbazia Di Corazzo

Dopo il terremoto del 1793, l’Abbazia fu abbandonata, troppi i danni provocati dal sisma. Le suppellettili, i marmi, le decorazioni sono state nel corso degli anni trafugate e ancora oggi arricchiscono le diverse chiese del circondario. Dal 2018 la Regione Calabria l’ha inserita tra le attrazioni culturali di rilevanza strategica. Ciò ha permesso di poterla annoverare tra i beni da restaurare e tutelare.

Un restauro conservativo finanziato dal fondo europeo di sviluppo regionale

In questi giorni è stato presentato il progetto preliminare per il restauro del monastero. Tra un mese sarà pronto quello definitivo. Il responsabile del patrimonio architettonico della Soprintendenza archeologica per Catanzaro, Cosenza e Crotone, l’architetto Pasquale Lopetrone, ha comunicato che entro la fine del 2021 il restauro sarà terminato. Il responsabile ha sottolineato che “si tratta di un intervento di tipo conservativo ma allo stesso tempo innovativo, poiché mira alla cristallizzazione dei ruderi, alla loro messa in sicurezza e alla valorizzazione di alcuni spazi contigui”.

Le Arcate Della Chiesa Dell'abbazia

Ciò permetterà di consolidare e non determinare crolli nella struttura. Il restauro sarà eseguito dalla Soprintendenza, con una convenzione con il Comune con la direzione tecnica dell’architetto Lopetrone. Il restauro finanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr), costerà 1,2 milioni di euro. Riguarderà l’intero complesso, in particolare la chiesa, i contrafforti del lato nord. Inoltre sarà rimosso tutto il materiale alluvionale accumulatosi nel tempo.

Un luogo che accoglie tantissimi visitatori

Tutta la struttura sarà consolidata. Gli spazi saranno resi accessibili con la posa di pavimenti in legno sopraelevato rimovibile. Saranno realizzati degli spazi con pareti di cristallo e legno lamellare per poter creare ambienti polivalenti. È prevista anche la realizzazione di un museo dell’Abbazia; così come sono previsti spazi per l’accoglienza dei visitatori. Solo nel 2019, ha ricordato l’assessore alla cultura Raffaele Arcuri “hanno visitato Corazzo 2500 studenti provenienti da tutta la regione”. Tantissimi altri sono stati i visitatori di passaggio che  hanno raggiunto e ammirato l’Abbazia e non sono stati censiti.

I Contrafforti Del Lato Nord Dell'abbazia

Molti anche gli eventi organizzati nel corso degli anni, in questo luogo suggestivo. Si spera che con l’intervento di restauro la fruizione del luogo sia ancora più intensa e attenta. Inoltre si sta creando il cammino gioachimita di cui l’Abbazia fa parte di diritto. Ciò per dar maggior lustro alla storia millenaria del territorio e valorizzare l’area tra Lamezia Terme e l’Appennino silano ma anche dell’intera regione.

(Nelle foto di Daniela Lucia la millenaria costruzione dell’Abbazia di Corazzo realizzata nella Valle del Corace)

Per l’Abbazia di Corazzo iniziano i lavori di restauro ultima modifica: 2020-09-15T06:45:52+02:00 da Gianna Maione
To Top