Papa Benedetto XVI e la sua storica visita a Lamezia e Serra San Bruno - itLameziaTerme

itLameziaTerme

MEMORIA STORIA

Papa Benedetto XVI e la sua storica visita a Lamezia e Serra San Bruno

Papa Benedetto Messa

Papa Benedetto XVI in Calabria, una visita storica che è ancora impressa nella memoria di tutti. Domenica 9 ottobre 2011 il Santo Padre ha trascorso un’intera giornata nella nostra regione; la mattina ha presieduto l’eucarestia nell’area industriale ex Sir che poi ha preso il suo stesso nome. Nella spianata, ad assistere al rito religioso migliaia di fedeli convenuti da tutta la regione; autorità istituzionali e decine di sacerdoti oltre ai vescovi della Conferenza episcopale calabra. A fare gli onori di casa il sindaco di allora, Gianni Speranza, e il vescovo dell’epoca alla guida della diocesi lametina, mons. Luigi Cantafora. Ai piedi dell’altare, quasi a vegliare sulla comunità radunata intorno al successore di Pietro, la sacra effigie della Madonna di Conflenti, compatrona della Chiesa lametina.

Papa Benedetto XVI in Calabria

Dopo la recita dell’Angelus e il pranzo in episcopio, il Santo Padre ha salutato e ringraziato tutti coloro che si erano prodigati per l’organizzazione e la buona riuscita della visita pastorale. Per tutti parole dolci e amorevoli con modi pacati e sorrisi luminosi. La seconda parte della visita si è sviluppata interamente alla Certosa di Serra San Bruno; un gesto di deferenza e devozione che il Papa ha voluto compiere nei confronti di San Bruno di Colonia, fondatore del millenario luogo di culto e meditazione. In entrambi le tappe, Papa Ratzinger ha pronunciato omelie e discorsi pregni di significato morale e teologico, con una importante connotazione sociale.

Questo uno stralcio dell’omelia pronunciata a Lamezia: “Se osserviamo questa bella regione, riconosciamo in essa una terra sismica non solo dal punto di vista geologico, ma anche da un punto di vista strutturale, comportamentale e sociale. Una terra dove i problemi si presentano in forme acute e destabilizzanti. Dove la disoccupazione è preoccupante, dove una criminalità spesso efferata, ferisce il tessuto sociale, una terra in cui si ha la continua sensazione di essere in emergenza. All’emergenza voi calabresi avete saputo rispondere con una prontezza e una disponibilità sorprendenti, con una straordinaria capacità di adattamento al disagio. Non abbiate paura di vivere e testimoniare la fede nei vari ambiti della società, nelle molteplici situazioni dell’esistenza umana”.

Papa Benedetto

Le parole pronunciate alla Certosa

Cari amici di Serra San Bruno, il privilegio di avere vicina la Certosa è per voi anche una responsabilità. Fate tesoro della grande tradizione spirituale di questo luogo e cercate di metterla in pratica nella vita quotidiana. I monasteri hanno nel mondo una funzione molto preziosa, direi indispensabile. Nel Medioevo sono stati centri di bonifica dei territori paludosi, oggi servono a “bonificare” l’ambiente in un altro senso. A volte il clima che si respira nelle nostre società non è salubre, è inquinato da una mentalità che non è cristiana, e nemmeno umana, perché dominata dagli interessi economici, preoccupata soltanto delle cose terrene e carente di una dimensione spirituale. In questo clima non solo si emargina Dio, ma anche il prossimo, e non ci si impegna per il bene comune. Il monastero è modello di una società che pone al centro Dio e la relazione fraterna. Ne abbiamo tanto bisogno anche nel nostro tempo”.

(Foto archivio Scaramuzzino – Il docu-film è del regista lametino Mario Vitale)

Papa Benedetto XVI e la sua storica visita a Lamezia e Serra San Bruno ultima modifica: 2022-12-31T13:19:28+01:00 da Maria Scaramuzzino

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x