Nella chiesa di San Benedetto la memoria liturgica del Beato Carlo Acutis - itLameziaTerme

itLameziaTerme

FEDE E SPIRITUALITA'

Nella chiesa di San Benedetto la memoria liturgica del Beato Carlo Acutis

Reliquie Copertina

Le reliquie del Beato Carlo Acutis esposte permanentemente nella chiesa di San Benedetto a Lamezia. Per onorare la memoria liturgica del giovane beato, il rettore del complesso interparrocchiale, don Domenico Cicione Strangis, ha presieduto diversi momenti di preghiera e di riflessione. La novena che ha preceduto la festa del 12 ottobre, giorno in cui la Chiesa ricorda la nascita al Cielo del beato, ha visto l’attenta e fattiva partecipazione del gruppo di preghiera “Carlo Acutis Lamezia”, attivo già da tempo in città. Un gruppo che con la sua testimonianza e la diffusione della straordinaria figura di santità del Beato Carlo, sta facendo sana opera di proselitismo. L’influencer di Dio è stato beatificato il 10 ottobre 2020 ad Assisi, la città del ‘Poverello’ a cui Carlo era fortemente legato. I suoi resti mortali riposano nel Santuario della Spogliazione dove il suo corpo è esposto all’adorazione dei fedeli.

Memoria liturgica del Beato Carlo Acutis

A conclusione della novena, don Domenico Cicione Strangis ha celebrato la santa messa e ha poi presieduto l’adorazione eucaristica ricordando ancora una volta lo straordinario esempio di vita di Carlo Acutis che è vissuto solo per 15 anni (1991/2006). Un lasso di tempo relativamente breve in cui, tuttavia, il ragazzo ha lasciato una traccia indelebile nella storia della Chiesa contemporanea. Un modello per i giovani di tutto il mondo che vogliono mettersi alla sequela di Cristo, scegliendo l’eucarestia e la preghiera incessante. Quello che, nell’accezione comune è considerato l’influencer di Dio, il patrono di internet, è una moderna figura di santità che affascina le giovani generazioni ed offre importanti motivi di riflessione a filosofi e teologi del nostro tempo.

Messa beato carlo
La santa messa per celebrare la memoria liturgica del giovane beato

Le reliquie

Si tratta di alcuni frammenti riguardanti il corpo, i capelli, gli indumenti e l’arca sepolcrale del giovane Carlo. Frammenti preziosissimi donati per diretto interessamento della famiglia Acutis, mediante il postulatore della causa di beatificazione e canonizzazione, Nicola Gori. Un dono grandissimo per il complesso interparrocchiale di San Benedetto, per il gruppo di preghiera e per tutti coloro che si stanno avvicinando alla spiritualità dell’influencer di Dio. Carlo è così definito perchè utilizzava internet per comunicare la fede. 

Reiquie Beato Carlo
Le reliquie del Beato Carlo esposte nella chiesa di San Benedetto a Lamezia

Da programmatore preparato, come se avesse già compiuto gli studi universitari, Carlo era convinto che il web fosse un importante mezzo di evangelizzazione. In rete si può ancora visualizzare la mostra dedicati ai miracoli eucaristici realizzata dal giovane qualche mese prima della malattia. Carlo Acutis è il primo millennial a salire agli onori degli altari per la beatificazione, avvenuta in tempi brevissimi. Ora si attende la canonizzazione: infatti da ogni parte del mondo arrivano segnalazioni della presenza mistica di Carlo, il giovane beato che tutti già venerano come santo.  

(Foto Scaramuzzino)

Nella chiesa di San Benedetto la memoria liturgica del Beato Carlo Acutis ultima modifica: 2022-10-13T09:46:47+02:00 da Maria Scaramuzzino

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x