itLameziaTerme

TRADIZIONI VALORI

I 13 Venerdì di San Francesco da Paola: la regola in mano e la fede nel cuore

San Francesco Ed I Confratelli

I 13 Venerdì di San Francesco da Paola sono una pia pratica voluta dal santo in onore del Signore e dei dodici apostoli. Un dialogo diretto con il Signore attraverso il silenzio, la preghiera e la meditazione.

La Pratica Dei 13 Venerdi Oggi

Il Venerdì dei Minimi: da ieri ad oggi

Inizialmente, secondo la tradizione tramandata dai Minimi, ordine fondato dal Santo, per tredici venerdì consecutivi bisognava confessare le proprie colpe e ricevere il santissimo Sacramento nella messa. Durante la celebrazione eucaristica, si recitavano tredici Pater Noster e tredici Ave Maria. Si facevano ardere inoltre, due candele di cera che simboleggiavano le due virtù Fede e Speranza. Una terza candela si teneva accesa in mano come simbolo della Carità.

I Tredici Venerdi Dei Minimi

Con il passare del tempo questa tradizione religiosa si è trasformata, cambiando nella forma ma non nella spiritualità. San Francesco non aveva stabilito un particolare momento dell’anno in cui praticare questa devozione. Ma, nel tempo, si è collocata a partire dal mese di gennaio fino al mese di aprile. Oggi tutte le comunità dei Minimi sparse nel mondo, si ritrovano a meditare sul carisma del Santo, ripercorrendone le sue virtù. Francesco si pone come strumento per giungere alle Beatitudini della vita cristiana.

Sulla Strada di Francesco da Paola

I terziari minimi onorano la Pia pratica dei 13 Venerdì in onore di San Francesco di Paola ritrovandosi con le proprie comunità, con la regola in mano e la fede nel cuore. I minimi rileggono la vita del Santo sulla cui scia cercano di indirizzare la propria vita. Si soffermano su ogni aspetto cercando di comprendere il significato più intimo della sua umiltà, del suo essere caritatevole, del suo senso di obbedienza. Uniti nel silenzio contemplativo di gruppo, si lasciano provocare da quel santo che con le sue virtù interroga le anime.

Libro Regola dei minimi

I venerdì sono scanditi dunque dalla Parola e dagli scritti che ne rievocano il senso della castità, povertà, mansuetudine, perseveranza, pace, famiglia. E, ancora, amore per la vita, il creato, Gesù ed il prossimo. Francesco, santo del coraggio lascia ai suoi discepoli e a tutti noi una regola per farci vivere protesi verso la santità. I comandamenti che San Francesco lascia non sono grandi rinunce ma un invito a vivere nella semplicità e nella condivisione, con lo sguardo rivolto al cielo.

ConFratelli in San Francesco

Coloro che professano la devozione di terziari minimi, entrano a far parte di una grande e straordinaria famiglia. Fra di loro, i numerosi minimi sparsi nel mondo, si riconoscono come confratelli in San Francesco. Crescono alla scuola del santo e sono legati da un profondo senso di fratellanza.

Ordine Terziari Minimi

Sono chiamati ad essere nel mondo, suoi testimoni, incarnando con l’esempio di vita, il carisma di Francesco. La loro professione di fede è supportata da un padre correttore che ne mitiga le fragilità. I confratelli minimi sono in continuo apprendimento e fra di loro vige la bellezza della correzione fraterna. Una famiglia dunque, che segue le orme del suo fondatore per giungere al Signore.

I 13 Venerdì di San Francesco da Paola: la regola in mano e la fede nel cuore ultima modifica: 2021-03-11T08:35:55+01:00 da Luisa Vaccaro

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x