Erranze e filoxenia, il festival dei cammini e delle civiltà rurali - itLameziaTerme

itLameziaTerme

ITINERARI LUOGHI DI RITROVO

Erranze e filoxenia, il festival dei cammini e delle civiltà rurali

Cammini Erranze

Ai nastri di partenza l’edizione 2021 del “Festival delle Erranze e della Filoxenia”, l’evento promosso da una rete di associazioni con il supporto dell’ambientalista e scrittore Francesco Bevilacqua, con l’intento di valorizzare l’area del Reventino-Mancuso. Il tema di quest’anno è “Civiltà rurali: uniche e plurali” con una serie di incontri in diversi borghi: Bianchi, Carlopoli, Conflenti, Falerna, Gizzeria, Lamezia Terme, Martirano Lombardo, Motta S. Lucia, Nocera Terinese, Panettieri, Platania, Serrastretta.

Festival Primo Appuntamento

Il primo appuntamento è previsto per domenica 27 giugno a San Mazzeo (Conflenti). Al mattino la comunità Sant’Anna di San Mazzeo e il gruppo Agesci Lamezia Terme organizza un cammino-pellegrinaggio verso la cima del Monte Faggio. Sul posto don Andrea Latelli celebrerà una “Messa per l’uomo e per la terra” sui temi dell’enciclica Laudato si”.

Il festival delle erranze e della filoxenia

Abbiamo scelto come tema “Civiltà rurali: uniche e plurali” – sottolineano i promotori del festival – perché crediamo che occorra convincere, chi vive in contesti rurali e naturali del Sud, che anche noi possiamo essere protagonisti di una civiltà. Anzi di una diversa forma di civiltà, più resiliente, meno omologata, più attiva, identitaria e nello stesso tempo plurale. Una civiltà pronta alla comprensione dell’alterità ed allo scambio interculturale. Per chi vive in contesti urbani, popolati e industrializzati, ‘civiltà’ è senso di realtà virtuale, omologazione culturale, bulimia consumistica.

Bevilacqua Gruppo
Francesco Bevilacqua mentre guida un’escursione

Per chi vive, invece, in piccoli paesi o in contesti rurali ‘civiltà’ è scuola di sopravvivenza quotidiana, abitudine a farsi ‘istituzioni’, personalmente, realtà naturale, distinzione, sobrietà. Piccoli borghi rurali che iniziano a risvegliarsi: non è un caso che con la pandemia sia esploso, ad esempio, il fenomeno del “south-working”. Ovvero delle persone che vengono a vivere e a lavorare in piccoli paesi del Sud, attraverso moderne forme di lavoro a distanza. Inoltre, nei contesti rurali del Sud rinascono in forma moderna attività imprenditoriali legate alle vocazioni dei luoghi e cresce la coscienza sociale della tutela del territorio”.

Civiltà rurali uniche e plurali

Ecco perché “comunità e luoghi, gente e paesaggi sono un tutt’uno inscindibile. I luoghi, il paesaggio, la natura, la cultura sono l’unica, vera attività produttiva di aree interne come quella che ci occupa. Qualunque attività economica (da quelle agro-silvo-pastorali della tradizione, a quelle enogastronomiche, turistiche, produttive, artigianali, commerciali, dei servizi e dell’innovazione) non può essere avulsa dal contesto del paesaggio in cui essa è inserita. Anzi, proprio da quel paesaggio deve trarre ispirazione per proporsi come attività vocazionale”.

Asinello civiltà rurali
Un gruppo di camminatori durante una sosta

Un festival unico, realizzato grazie a una fitta rete di associazioni, fondazioni e pro loco coinvolte: Cittadellarte/Fondazione Pistoletto, Hearts for the Earth, Kids’-Guernica, Terzo Paradiso, Espronceda –Institute of Art & Culture, Cammino di Gioacchino da Fiore, Conflenti Trekking. E, ancora, Comunità Sant’Anna di San Mazzeo, I Briganti del Mancuso, Dorian, Progetto Gedeone-Associazione SS. Pietro e Paolo. E poi Pro Loco Martirano Lombardo, Pro Loco Motta S. Lucia, Pro Loco Platania, Pro Loco Serrastretta.

Il programma

Domenica 4 luglio, faremo una tappa del Cammino di Gioacchino da Fiore da Platania all’Abbazia di Carlopoli, guidati dall’associazione omonima e da Conflenti Trekking. In questa occasione varieremo il percorso Domus Betania, Cona del Corvo, M. Condrò, Pietre delle Quadarelle, Colle Pica, Cariglietto, Cusino, M. Carolea, Ponte sull’Amato, Fiume Corace, Abbazia di Corazzo. L’ 11 luglio, con Conflenti Trekking e Dorian effettueremo un cammino sul versante est di Monte Mancuso “Alla scoperta della montagna di Lamezia” visitando anche le frazioni montane dell’ex comune di Sambiase (Telara, Vallericciardo, Acquafredda etc.). Il 18 luglio i Briganti del Mancuso organizzano nelle campagne di Falerna “Le vie del grano: dalla mietitura alla produzione della farina” con tutte le attività tradizionali connesse. Per il primo agosto in mattinata, la Pro Loco di Martirano Lombardo organizza un cammino dalla frazione Pietrebianche alla Pietra del Corvo passando per Campo Bombarda.

da lamezia - Madonna di conflenti esposta nella chiesa
La Madonna di Visora nel Santuario di Conflenti

Domenica 8 agosto Conflenti Trekking organizza un pellegrinaggio a piedi nei luoghi delle apparizioni della Madonna di Visora a Conflenti. Martedì 10 agosto, nel pomeriggio la Pro Loco di Platania con il locale Centro di Accoglienza Turistica e l’Associazione SS. Pietro e Paolo propone un breve cammino alla Cascata della Tiglia (Panetti di Platania). Segue l’inaugurazione di “Architettura Emozionale” installazione di arte contemporanea di Savina Tarsitano nel borgo di Panetti (Platania). Mercoledì 11 agosto, nel pomeriggio a Platania, nella sede del Parco Letterario Felice Mastroianni inaugurazione della mostra “Un eroe silenzioso”. Inoltre, nel locale museo micologico “Valentino De Fazio” inaugurazione della mostra “La voce dei luoghi” di Savina Tarsitano. Dopo il tramonto, cammino notturno sul Monte Reventino con osservazioni astronomiche.

Le civiltà rurali: gli ultimi appuntamenti

Giovedì 12 agosto, al mattino Conflenti Trekking e Pro Loco di Platania organizzano una visita guidata alla Grotta delle Fate sul Monte Reventino con reading di poesie di Felice Mastroianni. Alla sera a Platania concerto del pluristrumentista Pierluigi Virelli. Venerdì 13 agosto, al mattino tutte le associazioni, unitariamente, organizzano un concerto nella Faggeta di Condrò (Serrastretta) “Arpe e flauti per la foresta”.

Suonatori Bosco
Musica fra i boschi

Ad esibirsi il quartetto composto da Stefania Binetti, Maria Cristina Chiarelli, Marta Bruno e Claudia Vaccaro. In programma anche l’intervento artistico, installazione di arte contemporanea di Savina Tarsitano: “Il cuore degli alberi”. Il luogo del concerto sarà raggiunto a piedi da Platania e da Serrastretta. Nel pomeriggio giochi popolari e in serata artisti da strada.

(Foto Festival delle erranze e della filoxenia)

Erranze e filoxenia, il festival dei cammini e delle civiltà rurali ultima modifica: 2021-06-26T08:19:53+02:00 da Redazione

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x