itLameziaTerme

CONSIGLI UTILI LO SAPEVI CHE

Doveri e piaceri di una buona tavola: il diritto di tappo

Il Fascino Del Tappo

La nostra vita viene regolata da leggi, norme, diritti e doveri. Ciò vale anche per il benessere a tavola. Curioso ma serioso è il diritto di tappo, anglosassone di origine ma in lenta diffusione anche in Italia. Il vino è un universo di emozioni, sensazioni e scoperte, proprio come questo strano diritto.

Origine e significato

Nasce negli Stati Uniti intorno alla metà del XX secolo, con l’acronimo “BYOB”, Bring your own bottle” (porta la tua bottiglia). Il “diritto di tappo” nei Paesi anglosassoni è molto diffuso. Un diritto inusuale ma ben strutturato. Alcuni collezionisti, estimatori di vino, osarono nel chiedere ai ristoratori di fiducia, di poter bere, durante il pasto, una bottiglia portata direttamente da casa. Questa richiesta giunse per soddisfare diverse esigenze. Le bottiglie portate da casa erano di collezione o derivanti dalla propria cantina. O magari perché la carta dei vini del locale non prevedeva la bevanda ricercata dal cliente.

Il Diritto di tappo

A volte però, fu anche un fattore economico a generare la richiesta. Tale esigenza era infatti, motivata dal fatto che un tempo, il costo di una bottiglia di vino era eccessivamente superiore rispetto a quello di una cantina. Questa timida richiesta iniziale, in poco tempo, divenne un’usanza collaudata anche durante i ricevimenti e feste private. Questa procedura con il tempo, fu pubblicizzata da alcuni ristoratori americani, per coccolare i propri clienti ed attirarne di nuovi. In pratica: niente più spreco di soldi e vino!

Istruzioni per l’uso: come funziona il diritto di tappo

Il diritto di tappo funziona in maniera semplice. Il cliente porta da casa la sua bottiglia e se la degusta durante il pasto servito al ristorante. Il cliente pagherà soltanto una piccola tassa chiamata corkage fee, tassa sulla stappatura o sul sughero. Nel prezzo sarà cioè aggiunto il servizio del vino comprendente la stappatura della bottiglia, il bicchiere e l’eventuale utilizzo del decanter. Il costo di questa tassa è variabile. In Italia dai 5 ai 10 euro per ogni bottiglia, ma c’è anche chi il servizio lo offre gratuitamente!

Istruzioni Per Luso diritto di tappo

Il diritto del tappo è un’opportunità ma è sempre il gestore del locale a dire la sua in materia. È sicuramente carino da parte del cliente comunicare la richiesta magari anche durante la prenotazione del tavolo. Dall’altra parte, il ristoratore deve avere la gentilezza di cogliere la bontà del diritto del tappo. Questo può essere anche uno strumento di promozione del proprio locale e la possibilità di arricchire la propria carta dei vini, magari conoscendone di nuovi o approfondendo qualcosa su vitigni ed innesti vari.

La Calabria del diritto di tappo

Come ha reagito la Calabria a questa simpatica innovazione? O per i calabresi non è una novità? Andando a scovare nella memoria di un tempo, si scopre che questo diritto era, se pur in maniera embrionale, già diffuso fra i calabresi. Durante i ricevimenti di matrimonio, battesimi, comunioni e feste varie, vi era infatti la possibilità di portare al ristorante il proprio vino. Un vino artigianale delle proprie vigne o magari acquistato da amici e parenti ma in piena libertà.

vendemmia nelle vigne locali

I ristoratori infatti, lasciavano questa libertà senza volere nulla in cambio se non magari, la bottiglia di cortesia sul finale di giornata. Con il passare del tempo, la conoscenza sul mondo del vino è diventata sempre più scientifica e sempre più persone hanno iniziato a studiarne tutti i gusti. E così il diritto del tappo ha iniziato a diffondersi. Oggi per esempio si può, non magari durante la cena ma in occasione di banchetti, acquistare il vino direttamente nelle aziende dì eccellenza e defalcarne il costo dal prezzo complessivo dal menù del ricevimento.

Bottiglie diritto di Tappo

Timido è ancora invece, il diritto del tappo al ristorante per una semplice cena. Vi sono clienti che hanno iniziato a portare con sé il nettare degli dei prescelto, senza però dover versare alcuna somma. E così, a cena dove vuoi con il vino che più gradisci. Un diritto che si fonda su vicendevole cortesia, rispetto e gratitudine. In Calabria esiste una legge importante però: no tappo no party.

Doveri e piaceri di una buona tavola: il diritto di tappo ultima modifica: 2021-03-03T06:18:01+01:00 da Luisa Vaccaro

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x