Luigi chiama e Lamezia risponde: apoteosi Strangis, rivelazione dell'anno - itLameziaTerme

itLameziaTerme

EVENTI

Luigi chiama e Lamezia risponde: apoteosi Strangis, rivelazione dell’anno

Foto Concerto

Luigi chiama e Lamezia risponde alla grande: una vera apoteosi il concerto di Luigi Strangis allo stadio D’Ippolito della città della Piana. Il vincitore di Amici 2022, il talent di Mediaset, ha letteralmente mandato in visibilio i suoi fan che hanno gremito lo stadio di via Marconi. Oltre 5mila persone giunte da tutta la Calabria e anche da fuori regione.

Il concertone di Luigi Strangis

Disinvolto nei movimenti, padrone del palcoscenico, il ventunenne artista lametino ha dato vita ad una performance pazzesca. Un grande concerto con cui ha voluto omaggiare la sua città d’origine, Lamezia appunto, che l’ha tanto sostenuto durante la lunga e faticosa avventura di Amici. Luigi ha cantato i suoi brani, ormai famosissimi che i fan hanno intonato insieme a lui non sbagliando neanche una strofa. Strangis si è cimentato anche nell’interpretazione di celebri cover come Rumore della mitica Carrà, Destinazione paradiso di Grignani, e l’immortale Purple rain del grande Prince.

Stadio
Lo stadio D’Ippolito gremito di gente durante il concerto

Fan scatenati

Sulle tribune e sul prato del D’Ippolito le 5mila persone presenti si sono scatenate a cantare e ad osannare il giovane cantautore che è ormai un idolo delle ragazzine ma che piace tanto anche alle generazioni di mezza età, come dimostrato dalla presenza di un pubblico eterogeneo di giovanissimi e anche di adulti. Grandi e piccoli tutti ‘armati’ di striscioni per inneggiare al ‘mitico’ e ‘bellissimo’ Luigi. Tutti in linea anche con lo stile dell’artista che ha lanciato la moda degli occhialini bianchi e neri; molto più che un gadget, un must a cui nessuno ha rinunciato e che ha sfoggiato con un pizzico di civetteria. La grande festa al D’Ippolito ha consacrato il successo di un giovane talento, musicista e polistrumentista, che grazie ad Amici ha spiccato il volo e per cui si profila una lunga e brillante carriera di artista eclettico e poliedrico. Un figlio illustre della nostra terra, orgoglio di Lamezia e dei lametini.

Rivelazione strangis
Pegna consegna il premio “Rivelazione dell’anno” a Strangis

La rivelazione dell’anno

A Strangis è stato assegnato il premio di “Rivelazione dell’anno Fatti di musica Festival”. Il concerto è rientrato, infatti, nel ricco programma di “Fatti di Musica 2022”, il Festival del Miglior Live d’Autore ideato e diretto da Ruggero Pegna giunto alla 36ma edizione. Una performance inserita nel primo tour di Strangis, prodotto da Vivo Concerti. Ad aprire la serata altri tre talenti lametini: Mozik (vero nome Mario Amendola), Chiara Vescio ed Enrico Cuomo. Luigi Strangis, al suo primo disco d’oro con “Tienimi Stanotte”, è stato accompagnato dalla band composta da Luca Monaldi (batteria); Salvatore Giovanni Sciabbarrasi (pianoforte) Umberto Scaramozza (chitarra) e Nicolò Pagani (basso).

(Foto Ruggero Pegna/Luisa Vaccaro)

Luigi chiama e Lamezia risponde: apoteosi Strangis, rivelazione dell’anno ultima modifica: 2022-08-26T09:12:51+02:00 da Maria Scaramuzzino

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
2
0
Would love your thoughts, please comment.x