CIBO NATURA

Fichi d’India, delizia da gustare e anche da bere

I Fichi D India E La Natura

I fichi d’India sono coloratissimi frutti della pianta di Opuntia ficus-indica. I particolarissimi frutti spinosi sono parte del paesaggio calabrese e quindi anche di quello lametino. I loro colori e la loro particolarissima pianta donano un tocco artistico alla natura del luogo.

I fichi d’India e le loro tante qualità

La pianta è uno dei simboli della macchia mediterranea calabrese. Questo frutto ha trovato nella regione Calabria, dove fu introdotto probabilmente dai Saraceni, un luogo perfetto per crescere in maniera spontanea. Infatti la terra calabra è baciata dal sole ed è accarezzata dalla brezza marina. I fichi d’India li ritroviamo con un tripudio di colori dai paesaggi marini a quelli collinari e montuosi di tutta la regione.

Fichi Dindia su una collina di fronte al mare

La pianta del fico d’India, si presenta pungente ma dalle mille proprietà. Essa infatti, oltre che apprezzata per la produzione dei frutti, in tutto il bacino del Mediterraneo, è utilizzata come pianta medicinale. Numerose sono le sue proprietà nutritive. Contiene minerali come il potassio e il magnesio. Agisce favorevolmente come anti-stress e interviene nella maggior parte dei processi biochimici dell’organismo.Questo frutto è una toccasana per la pelle, la ricrescita di capelli e d’unghie, e aiuta nella digestione.

fichi d'india su una foglia piena di spine

Il suo consumo è consigliato per il buon umore e per superare i cambi di stagione soprattutto quello più traumatico: l’addio all’estate. In cucina è utilizzato per la preparazione di risotti, spaghetti,crostate e marmellata. Noi vi suggeriamo anche il liquore bajtra liqueur prodotto a Malta.

Il liquore

Per prepararlo servono:1 lt alcol alimentare; 1 lt di acqua; 1 kg di fichi d’India; 700 gr di zucchero. Tagliate i fichi d’India puliti e di tutti i colori, a pezzi piccolini e poneteli insieme all’alcol in un contenitore che abbia un tappo ermetico (barattolo di vetro, bottiglia), per una settimana, lontano da fonti di luci. Trascorso questo tempo, è necessario filtrare l’alcol con un colino ed eliminare la frutta. Nel frattempo, versate l’acqua e lo zucchero in un pentolino, e mettete sul fuoco. Quando lo zucchero si sarà sciolto, togliete dal fuoco e lasciate raffreddare. Quando sarà ormai freddo, aggiungetelo all’alcol precedentemente filtrato e chiudete in un recipiente a chiusura ermetica. Lasciare macerare il composto per un’altra settimana. Trascorso il tempo, filtrare nuovamente con un canovaccio di cotone, da cucina che non lascia pelucchi ed ecco che liquore è pronto!

Liquore Con I Fichi Dindia Preparato in Casa

Come sbucciare i frutti senza pungersi: segreti e suggerimenti

I fichi d’india dal sapore profondo ma…attenti alle spine. Questo gustosissimo frutto contiene al suo interno un gran numero di semi, e all’esterno, altrettante spine. Per mangiare il frutto senza incappare nelle fastidiosissime spine, vi consigliamo innanzitutto di scegliere i frutti più maturi, che  tenderanno ad un colore più scuro.

 Fichi D India da tagliare col coltello

Immergeteli in una bacinella piena d’acqua per circa quaranta minuti. Spazzolateli mentre sono ancora in acqua con uno scovolino. Cambiare l’acqua e ripetere l’operazione.

Fichi Dindia Sbucciati E da Sbucciare

Con questo procedimento, avrete eliminato buona parte delle spine. Dopo aver lavato bene i frutti, con un coltello, incidete i due lati del frutto, per il verso della lunghezza. Vi suggeriamo di compiere l’intero procedimento, indossando i guanti. Servire i fichi d’India freschi a fine pasto o come deliziosa merenda.

Fichi d’India, delizia da gustare e anche da bere ultima modifica: 2019-10-01T07:16:55+02:00 da Luisa Vaccaro

Commenti

To Top