CIBO CONSIGLI UTILI

Anguria, a Lamezia c’è anche quella dello sceriffo

Cropped Anguria.jpg

Il miglior modo per tenere testa al caldo della rovente estate 2019, è sicuramente quello dì degustare una fetta di anguria. Quella lametina per colore e forma, dona davvero allegria e gusto all’estate italiana. La ritroviamo dovunque, tagliata a metà o intera, e naturalmente sulle spiagge del litorale lametino.

Anguria sulla Spiaggia

Anguria, un frutto dai tanti benefici

Il succoso frutto rosso è composto per il 95 per cento di acqua mescolata con il licopene, un antiossidante naturale che appartiene al gruppo dei carotenoidi. Contiene anche dei pigmenti presenti  in alcuni alimenti di origine vegetale come per esempio il pomodoro, grazie al quale abbiamo la colorazione rossa. La polpa dell’anguria contiene vitamine A e C, magnesio, potassio e fosforo. Sono numerosi i benefici dell’anguria. Idratante e antiossidante, agisce positivamente sul sistema immunitario, rinforzandone le difese.

 Aperitivo d'anguria

Questo frutto aiuta, inoltre, a combattere la formazione di radicali liberi, causa del formarsi di diverse tipologie di cancro. Fa bene al cuore perché migliora la circolazione del sangue attraverso la vasodilatazione, e rafforza le ossa. L’anguria è un diuretico naturale, adatto per le diete poiché privo di calorie. Inoltre per le donne, è un ottimo alleato contro la ritenzione dei liquidi e il gonfiore alle gambe.

La specialità dello sceriffo

A Lamezia Terme, tra innovazione e tradizione, sono diventate leggendarie le angurie dello ‘sceriffo del campo’, alias Battista Muraca. Da lungimirante imprenditore, Muraca è divenuto negli anni esperto conoscitore delle angurie o cocomeri o ancora, meloni ad acqua. La famiglia Muraca vanta anni di produzione di angurie e meloni che hanno dato vita ad una professionale attività riconosciuta ed apprezzata in tutta la regione.

Angurie Dello Sceriffo

L’anguria lametina dello sceriffo è diventata un prodotto di nicchia, inserita in importanti progetti di gusto ma soprattutto di salute. Il dolce frutto estivo ha conquistato un posto importante nella piramide nutrizionale, contribuendo a promuovere stili alimentari coretti.

Anguria e frutta buona per la dieta

Lo ‘sceriffo del campo’ infatti, sostiene importanti eventi finalizzati alla valorizzazione delle angurie calabresi, anche e soprattutto, attraverso percorsi scolastici. Fra le tante novità promosse da Battista Muraca, vi è anche quella di una linea di cosmesi basata su un ingrediente speciale: il cocomero.

In cucina con il cocomero

Grazie alle sue peculiarità nutritive e di estrema leggerezza, il cocomero può essere utilizzato in cucina per preparare ricette sfiziose, gustose ed estremamente light. Osare in cucina con l’anguria è semplice. Potete preparare antipasti, primi piatti e secondi, e naturalmente dolci. Per un pranzo estivo suggeriamo un antipasto di arrosto di tacchino con anguria; spiedini di formaggio e cocomero; insalata di riso con anguria.

Ricette

Spiedini Anguria E Formaggio

Spiedini con l’anguria lametina. Prendete 100 g di formaggio emmental (feta o fontina) e tagliatelo a cubetti. Tagliate allo stesso modo l’anguria di cui andrete a ricavare lo stesso numero di pezzi di formaggio. Infilzate su spiedini di legno pezzi di frutto, olive nere snocciolate, dadini di formaggio. Adagiate su un piatto di portata, condite con sale rosa e irrorate con olio e qualche goccia di aceto balsamico. Servite con mentuccia fresca.

Riso Venere

Riso venere e anguria. Ingredienti per quattro persone: 250g di riso venere; 150g di fontina a cubetti; 300g circa di anguria a cubetti; 100 g di mandorle pelate; succo di limone, olio, sale, pepe. Sbollentate il riso. Scolatelo al dente e mettetelo in una padella con un filino di olio, qualche goccia di limone e tostatelo a fiamma vivace per 4 minuti.

 Mandorle per la ricetta col riso nero

A cottura ultimata versatelo in una ciotola, e condite con olio, succo di limone, sale grigio, anguria, formaggio, e mandorle. Prendete un coppa-pasta e preparate le vostre porzioni. Sul fondo del piatto, posate una fettina sottilissima di anguria, procedete con il vostro sformatino di riso. Cospargetelo di mandorle anche sui lati del piatto, create un gioco di colori con il limone e l’anguria.

Cocomeri calabresi

Curiosità dal lametino. Come scegliere l’anguria prima di acquistarla? Semplice, bussare alla sua buccia come se fosse un portone. Prova a sentire il suono che produce bussando con la mano. Se il suono sarà pieno, il cocomero è maturo, al contrario, un suono lieve indica che il cocomero non è ancora pronto per essere consumato.

Anguria, a Lamezia c’è anche quella dello sceriffo ultima modifica: 2019-08-16T07:24:31+01:00 da Luisa Vaccaro

Commenti

To Top