CULTURA EVENTI

Ali sul Mediterraneo, il gran galà della cultura

Ali Sul Mediterraneo Premiati

Ali sul Mediterraneo, un riconoscimento che nasce in Calabria e guarda al mondo. Per promuovere la conoscenza e la formazione, la lettura dei libri e spronare le giovani generazioni alla scoperta e valorizzazione della bellezza, da sei anni l’associazione Aliante Mediterraneo si muove sul territorio lametino.

Ali Sul Mediterraneo Manifesto dell'associazione

A San Pietro a Maida ha ospitato la fase conclusiva del Premio Ali sul Mediterraneo Libri&Cultura Festival 2019, con il Gran Galà della cultura 2019. Il tema scelto per la manifestazione di quest’anno è stato l’umanità e la valorizzazione umana.

Ali sul Mediterraneo e il gemellaggio con Matera 2019

L’associazione nel corso delle passate edizioni ha avuto molti partner d’eccezione con il sostegno di istituzioni locali e nazionali. Quest’anno ha visto riconoscersi il patrocinio e il gemellaggio di Matera Capitale Europea della Cultura 2019. Un’opportunità che gli organizzatori della kermesse Nicola Serratore e Cristina Medaglia non si sono lasciati sfuggire. A Matera, infatti, tra i tanti eventi culturali, agli inizi di maggio si è svolta una prima parte dell’evento Ali sul Mediterraneo.

Ali Sul Mediterraneo A Matera
Un momento del gemellaggio tra l’associazione calabrese e Matera 2019

Un grande momento di partecipazione in cui si è concretizzato un proficuo scambio culturale tra Calabria e Basilicata. Due regioni del Sud con radici e interessi culturali comuni. Un’altra parte della kermesse è stata affidata alle scuole, che hanno avuto un ruolo fondamentale per la rassegna. Gli alunni calabresi hanno dato il loro contributo con un approccio creativo alla scrittura con tematiche incentrate su gratitudine, dinamismo e creatività.

Ali sul Mediterraneo premia le nuove generazioni

Dopo l’esame degli elaborati, circa cinquanta ragazzi sono stati scelti per partecipare al Gran Galà. I giovani finalisti, provenienti da diverse scuole del circondario (Maida, Lamezia Terme, Girifalco, Squillace) e di diverso ordine di istruzione, hanno trovato il giusto spazio tra i nomi altisonanti della cultura. Il concorso Arte e Scrittura Creativa “Alessandra Medaglia” li ha visti cimentarsi nella poesia, nella prosa, nella visual art. Tutti linguaggi consoni alla loro giovane età. Tanti i riconoscimenti e tante soddisfazioni.

 il pubblico della manifestazione
Un’immagine del pubblico presente al Gran Galà della cultura

Per gli istituti comprensivi i premi sono stati vinti dagli studenti di Sant’Eufemia, Maida e San Pietro a Maida. Gli alunni del Majorana di Girifalco hanno fatto l’en plein, aggiudicandosi premi per la scrittura creativa, e premi per la video art. Anche tre studentesse dei corsi serali del Liceo Artistico con sede a Squillace, hanno ottenuto un meritatissimo premio. Il Majorana di Girifalco, inoltre, è stato premiato come Miglior Istituto l’istituto d’Istruzione Secondaria Superiore.

Cultura e umanità a confronto

Cultura e umanità è la tematica di quest’anno del premio Ali sul Mediterraneo. Un argomento che ha impegnato la commissione scientifico-culturale, composta da circa quaranta personaggi della cultura e della società. A loro è stato affidato l’arduo compito di scegliere le eccellenze che si sono distinte nel corso dell’anno e che con il loro operato hanno dimostrato di essere un punto d’incontro e una forte motivazione per le giovani generazioni. Sono stati premiati: il professore Nuccio Ordine, Premio Miglior libro 2019, con il volume “Gli uomini non sono isole”.

Nico Serratore E Nuccio Ordine
Nicola Serratore e Nuccio Ordine

Premio per la Cultura della valorizzazione della Lettura al maestro Antonio La Cava che con il suo Bibliomotocarro, porta i libri direttamente ai ragazzi stimolando la loro curiosità e sete di conoscenza. Premio Ali sul Mediterraneo, alla prima ballerina del Teatro Massimo di Palermo Francesca Davoli, per la sua arte e per il messaggio universale di armonia e bellezza che la danza porta con sé.

Anche un premio internazionale

Importante Premio Cultura della Solidarietà Umana, a Mimmo Lucano e il Modello Riace, per il suo messaggio di solidarietà e uguaglianza e, per aver messo al centro l’uomo e la difesa della dignità umana. Premio Internazionale Ali sul Mediterraneo Cultura della Pace e dell’umanità è andato al filosofo giapponese, pacifista Daisaku Ikeda. Nato a Tokyo nel 1928 ha vissuto sulla sua pelle la tragedia della guerra. La sua esperienza di vita lo ha portato ad avvicinarsi al Buddismo e alla predicazione della pace.

 Daisaku ikeda il filosofo giapponese
Il filosofo giapponese Daisaku Ikeda

Come scrive, nel suo libro La rivoluzione umana: “la rivoluzione umana di un singolo individuo contribuirà al cambiamento nel destino di una nazione e condurrà infine a un cambiamento nel destino di tutta l’umanità”. La pace per Ikeda, cioè, nasce dal profondo di ogni individuo ed è in grado di contagiare e cambiare le sorti della società. Un messaggio molto forte il suo, che lo rende un “costruttore di pace” tra i più importanti del mondo.

Gianna Maione

Autore: Gianna Maione

Curiosa, frenetica e sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo ma, allo stesso tempo amante della lentezza tipica del mio Sud. La cosa importante è sfuggire la noia! L’arte, il cinema, i libri sono i miei fidati compagni di viaggio, insieme ai miei amici più cari e ai miei studenti, che non finirò mai di ringraziare. La scrittura, una bellissima abitudine!
Ali sul Mediterraneo, il gran galà della cultura ultima modifica: 2019-06-14T08:58:46+02:00 da Gianna Maione

Commenti

To Top